Storia e personaggi trinesi

Ottaviano Cane

Figlio di Antonio, nacque a Trino Vercellese prima del 1495. È personalità ampiamente documentata nelle carte trinesi e casalesi (cfr. Vesme, 1929), ma il suo corpus pittorico stenta a trovare omogeneità e consistenza, nonostante gli oltre quarant'anni di sicura attività.

Giovanni Crosio

Figlio di Giovan Pietro e Veronica, battezzato nella parrocchia di Trino (Vercelli) il 3 apr. 1583 (meno probab. figlio di Pietro e di Caterina, battezzato il 1° ott. 1570), è, con quasi assoluta certezza, lo stesso "Giovanni Crosio di Trino" che. il 3 nov. e il 23 dic. 1607 (Claretta 1895, p. 58 nota), ricevette in Torino due mesate di compenso per lavori alla Grande Galleria di Carlo Emanuele I (la Galleria, tra l'attuale palazzo reale e palazzo. Madama, andò distrutta già nel corso del sec. XVII). Più tardi (1610) conosciamo un pagamento da parte della Confraternita dei SS.